header image
NuovoSitoBanner

nuovosito.jpg

Home
Books
Fantascienza
Cinema
Autori
Comics
Music
Televisione
Teatro
Varie
Cut-up flickr
Cut-up YouTube
Collaborazioni
Login
_______________________
Abbiamo 2 visitatori online
_______________________

Untitled Document
Edizioni
CUT-UP
P.O. BOX 84
Poste Centrali 
19100 - La Spezia

Home arrow Cinema arrow FATE IL VOSTRO GIOCO - Non è l'amore a far girare il mondo
FATE IL VOSTRO GIOCO - Non è l'amore a far girare il mondo PDF Stampa
Scritto da Susanna Raule   
mercoledì 01 agosto 2007
Norton ritardato, De Niro barista tranquillo con qualche piccolo segreto, Brando obeso, Hackman pacato, Clooney romantico mascalzone, Thornton nevrastenico, Willis macho sentimentale, Pitt fuori di testa, Redford cinico ma simpatico.
Dov’è la novità?
Nessuna novità, infatti. Solo un pugno di film mica male (anzi, direi molto buoni), con interpreti di primo piano (e non li ho elencati tutti), che ruotano attorno al perno della costruzione dettagliata, del gioco (pericoloso, sennò che gusto c’è), e del “colpo con astuzia”.
Dicevo, gli interpreti non li ho elencati tutti; anche perché con Ocean’s 11 prenderei mezza pagina. Rifacimento ben riuscito del precedente Ocean’s (Colpo Grosso in italiano) di un  Soderbergh di buon umore, un gruppo di professionisti del crimine rubano l’incasso non di uno, bensì di due casinò di Las Vegas, gestiti da colui che, a sua volta, “rubò” ad Ocean la donna (una Julia Roberts di cui, come sempre, non si sentirebbe la mancanza). Brad Pitt sfoggia psichedeliche camicette alla Elton John, Clooney il solito sorriso scioglimutande. Il genio ribelle Matt Damon non sembra affatto un genio, ma lo è, potete star certi. Breve apparizione di Joshua Jackson (sì, il ragazzino di Dawson Creek!) nella parte di se stesso come giocatore di poker illegale.

Anche in The Score di legale c’è ben poco. Per fare un colpo in un protettissimo deposito della dogana, Edward Norton non esita a fingersi ritardato (e gli riesce proprio bene!) per farsi assumere nel personale. Un Bob De Niro, ladro prudente alla fine di una gloriosa carriera entra nel colpo su insistenza del vecchio amico e boss Marlon Brando, ritardando la pensione e le nozze con una Bassett piuttosto innervosita. Di Frank Oz.
Nervosissimo e attanagliato da malattie psicosomatiche multiformi è Billy Bob Thornton in Bandits. L’altro bandito è Bruce Willis, rude  e macho, ma of course anche molto tenero. Insieme, nel segno del classico American Style, rapinano banche. Il problema si presenta presto impersonato da Kate Blanchett, un ostaggio entusiasta e difficile da scrollarsi di dosso, che pretende di diventare complice e amante dell’ uno e dell’ altro.
Robert Redford e Brad Pitt in Spy Game amanti non sono, ma sicuramente sono molto affezionati. Così quando Brad finisce in una prigione cinese (da cui aveva cercato di far evadere la donna amata) condannato a morte, Robert, suo maestro ai servizi segreti, mette in atto un piano complicatissimo per liberarlo, nel suo ultimo giorno di lavoro, senza muoversi dalla sede della CIA a Washington!
Hackman e soci, invece, non risparmiano energie e per tutto il film fanno sforzi poco adatti alla loro età pur di tenere solo per sé un ingente quantitativo di oro svizzero. Si parla di Il Colpo (“non è l’amore che fa girare il mondo”, come esaurientemente dice il sottotitolo), ultimo film di un Mamet non troppo in forma, ma che comunque da una dimostrazione di quel che si può fare con i dialoghi, aiutato dai bravi Gene Hackman, Delroy Lindo e Danny DeVito, qui nei panni di un viscido ricettatore con il vizietto di non pagare.
E’ probabile che questa scarna esposizione vi abbia lasciati un po’ delusi: dove sono i trucchi e le astuzie di cui parlavo all’ inizio?
Ebbene, ve li ho nascosti: non c’è crimine ( abbiate pietà di questo gioco di parole) più abbietto che togliere tutta la suspence ai cari lettori.
Comunque sono quattro film veloci, appassionanti e (specialmente) divertenti. Che dire? Recuperateli in VHS (o, per i più fighi, in DVD), cosa aspettate?
 
< Prec.   Pros. >
Nuovo Sito
nuovosito.jpg
Annunci
IWRITE
Un nuovo laboratorio di scrittura a Pisa, con Giampaolo Simi, Rosella Postorino e Fabio Genovesi. Scrittori che scalpitate, esordienti che sarete famosi, che aspettate??
Leggi tutto...
 
A Reggio Emilia la Nuova Scuola Internazionale dei Comics
A REGGIO EMILIA La NUOVA SCUOLA INTERNAZIONALE DEI COMICS

Dopo le recenti inagurazioni delle sedi di Torino e Padova, ad arricchire l'offerta trentennale della Scuola Internazionale di Comics ci penserà la neonata sede di Reggio Emilia. A partire dall'autunno 2008, infatti, inizeranno le lezioni presso la sede nel centro storico del capoluogo

Leggi tutto...
 
ATTILIO MICHELUZZI-nuovo volume di Black Velvet
Dopo i volumi "Magnus. Pirata dell'immaginario" e "De Luca. Il disegno
pensiero", è in distribuzione in questi giorni un altro volume della collana
di saggi che, attraverso l'analisi di importanti studiosi, fornisce una
rappresentazione a tutto tondo dell'opera di alcuni tra i più importanti
autori del fumetto italiano. Questa volta è il turno di Attilio Micheluzzi,
con un volume curato da Luca Boschi e dallo staff organizzativo della
manifestazione Napoli Comicon. Tale libro verrà presentato da Sergio
Brancato, prof. di Sociologia della Comunicazione, Andrea Micheluzzi, figlio
dell'autore, e da alino, curatore della mostra a Castel Sant'Elmo il giorno
8 giugno alle ore 19.00 presso la Fnac di Napoli (via Luca Giordano 59; tel.
081.2201000)
Leggi tutto...
 
PONTIAC

pontiac.jpg

 

 

 

Da lunedì 19 maggio è on line

il primo audiolibro del collettivo Wu Ming.

Un album con 12 tracce, in formato .mp3, suonate e composte da Federico

Oppi, Paul Pieretto, Stefano Pilia, Egle Sommacal. Le voci che interpretano i

testi sono di Wu Ming 2, Daniele Bergonzi & Andrea Giovannucci (aka La

Compagnia Fantasma).

Leggi tutto...
 
bannerinside.jpg