header image
NuovoSitoBanner

nuovosito.jpg

Home
Books
Fantascienza
Cinema
Autori
Comics
Music
Televisione
Teatro
Varie
Cut-up flickr
Cut-up YouTube
Collaborazioni
Login
_______________________
_______________________

Untitled Document
Edizioni
CUT-UP
P.O. BOX 84
Poste Centrali 
19100 - La Spezia

Home arrow Teatro arrow Dal 9 al 14 ottobre una brillante commedia in scena al Teatro dell'orologio
Dal 9 al 14 ottobre una brillante commedia in scena al Teatro dell'orologio PDF Stampa
Scritto da Fabio Nardini   
sabato 06 ottobre 2007

Andrà in scena dal 9 al 14 ottobre al Teatro dell'Orologio di Roma (via dei Filippini 17/a) LA SCONCERTANTE SIGNORA SAVAGE, regia di Silvana Bosi, con Elena de Ritis, marco Giancarli, Katia La Galante, Federico mancini, barbara Ricciolini, Angelica Cacciapaglia, Carla Rodomonte, Giulio Darra, Daid Milita, Silvana Bosi.

Il tranquillo tran-tran di una casa di cura, con i suoi ospiti bizzarri e  stralunati e il personale solerte e bonario, è interrotto dall’arrivo della signora Savage, che i figli tentano di far interdire per impedirle di sperperare il patrimonio di famiglia. Ma l’anziana signora non è certo una sprovveduta: e il suo gioco metterà in luce tutta la grettezza che si nasconde dietro la presunta normalità.

Abbiamo chiesto alla regista della Sconcertante signora Savage, Silvana Bosi, di rispondere ad alcune brevi domande.

Cut-up –  La tua è una lunga carriera sia in campo teatrale che cinematografico. Puoi dirci qualcosa sui momenti più significati della tua esperienza di attrice? 

 

Silvana Bosi - Lavoro da tanti anni, e ho sempre lavorato sia nel teatro sperimentale che in quello più convenzionale e credo che siano state tutte esperienze molto significative, che mi hanno insegnato molto. Ad esempio che occorre comunque avere un solida preparazione classica, anche quando si vuol provare a sperimentare le cose più strane. Il cinema sono arrivata a prenderlo per la coda, la mia formazione è da attrice di teatro, anche se ho fatto cose con Soldini, Fellini, Monicelli e tanti altri. Tutto è importante anche le cose che sembrano meno significative

Mi piace avere la mia indipendenza e ho una mania: quella di lavorare con dei giovani che magari sono inesperti ma ai quali mi piacerebbe poter trasmettere qualcosa, insomma farli crescere e aiutarli a imparare. 

 

Cut-up – Tu hai fondato anche una tua compagnia, “Arte e tradizione teatrale”. Quando hai cominciato a sviluppare questo progetto?

 

Silvana – La compagnia è nata nel 2001 uno, ma prima ne aveva un’altra. Il progetto, come dicevo rpima, è quello di lavorare insieme ai giovani attori, di mettere a disposizione quello che ho imparato in tanti anni sul palcoscenico. Abbiamo Ho cominciato mettendo in scena FORMICHE di Aldo Nicolai, poi uno spettacolo dal titolo RITRATTI A FIGURA INTERA, con brani di autori diversi, quindi tutto costruito su una galleria di personaggi, poi ho curato la regia di un mio testo PANE AMORE E POLITICA, e poi molti altri lavori, da La favol del figlio cambiato a Natale in Piazza.

Cut-up - Quali sono le difficoltà e i punti di forza  di un compagnia indipendente?

 

Punti di forza? Nessuno, ci sono soltanto delle difficoltà, perché non essere protetti da nessuno è dura. Quest’anno è la prima volta che siamo riusciti ad avere un piccolo contributo dall’IMAIE, giusto per coprire le spese vive.

Cut-up - Dopo il Lungo pranzo di natale portato in scena l’anno scorso, sempre al teatro dell’Orologio di Roma, il vostro prossimo spettacolo sarà La sconcertante signora Savage . Come sei giunta a questo testo e perché hai deciso di proporlo?

La sconcertante signora signora Savage non è certo un capolavoro ma è una commedia molto arguta, deliziosa, che ha anche un suo bel significato. Un’anziana signora ha ereditato una fortuna dal marito e la utilizza a suo modo, in maniera che contrasta con tutte le regola economiche e sociale; lei in poche parole vuole aiutare la gente a realizzare i proprio sogni. I figli per cerare di farla interdire la chiudono in una clinica e qui lei incontrerà cinque persone, cinque pazzi secondo il comune buon senso, ma persone che si riveleranno deliziose e alla fin fine migliori dei cosiddetti “sani”. Quindi ci chiediamo: qual è la normalità? Dove sta la bontà?

Dal punto di vista registico ho voluto restituire l’amtmosfera della commedia anni cinquanta, sulla falsariga di pellicole come Sabrina, o Vacanze romane, che erano delle favole moderne, come è anche questo testo. Quindi ho puntato molto sull’eleganza nella recitazione, senza strappi e senza violenze. Ho perfino voluto conservare il “Voi” della vecchia traduzione, per mantenere questo sapore un po’ arcaico.    
Ultimo aggiornamento ( sabato 06 ottobre 2007 )
 
< Prec.   Pros. >
Nuovo Sito
nuovosito.jpg
Annunci
IWRITE
Un nuovo laboratorio di scrittura a Pisa, con Giampaolo Simi, Rosella Postorino e Fabio Genovesi. Scrittori che scalpitate, esordienti che sarete famosi, che aspettate??
Leggi tutto...
 
A Reggio Emilia la Nuova Scuola Internazionale dei Comics
A REGGIO EMILIA La NUOVA SCUOLA INTERNAZIONALE DEI COMICS

Dopo le recenti inagurazioni delle sedi di Torino e Padova, ad arricchire l'offerta trentennale della Scuola Internazionale di Comics ci penserà la neonata sede di Reggio Emilia. A partire dall'autunno 2008, infatti, inizeranno le lezioni presso la sede nel centro storico del capoluogo

Leggi tutto...
 
ATTILIO MICHELUZZI-nuovo volume di Black Velvet
Dopo i volumi "Magnus. Pirata dell'immaginario" e "De Luca. Il disegno
pensiero", è in distribuzione in questi giorni un altro volume della collana
di saggi che, attraverso l'analisi di importanti studiosi, fornisce una
rappresentazione a tutto tondo dell'opera di alcuni tra i più importanti
autori del fumetto italiano. Questa volta è il turno di Attilio Micheluzzi,
con un volume curato da Luca Boschi e dallo staff organizzativo della
manifestazione Napoli Comicon. Tale libro verrà presentato da Sergio
Brancato, prof. di Sociologia della Comunicazione, Andrea Micheluzzi, figlio
dell'autore, e da alino, curatore della mostra a Castel Sant'Elmo il giorno
8 giugno alle ore 19.00 presso la Fnac di Napoli (via Luca Giordano 59; tel.
081.2201000)
Leggi tutto...
 
PONTIAC

pontiac.jpg

 

 

 

Da lunedì 19 maggio è on line

il primo audiolibro del collettivo Wu Ming.

Un album con 12 tracce, in formato .mp3, suonate e composte da Federico

Oppi, Paul Pieretto, Stefano Pilia, Egle Sommacal. Le voci che interpretano i

testi sono di Wu Ming 2, Daniele Bergonzi & Andrea Giovannucci (aka La

Compagnia Fantasma).

Leggi tutto...
 
bannerinside.jpg