header image
NuovoSitoBanner

nuovosito.jpg

Home
Books
Fantascienza
Cinema
Autori
Comics
Music
Televisione
Teatro
Varie
Cut-up flickr
Cut-up YouTube
Collaborazioni
Login
_______________________
Abbiamo 1 utente online
_______________________

Untitled Document
Edizioni
CUT-UP
P.O. BOX 84
Poste Centrali 
19100 - La Spezia

Home arrow Fantascienza arrow Giovanni De Matteo SEZIONE PI-QUADRO
Giovanni De Matteo SEZIONE PI-QUADRO PDF Stampa
Scritto da Fabio Nardini   
mercoledì 30 gennaio 2008

Giovanni De Matteo

Sezione Pi-quadro

Urania novembre 2007

Mondatori, pag.311, euro 3.90

 

Cominciamo intanto con una nota di soddisfazione “casalinga”: De Matteo è un autore pubblicato due anni fa da Cut-up edizioni (sull’antologia Lost Highway Motel, con il racconto Basso impero). Vederlo ora vincitore del premio Urania non può che farci piacere. Complimenti a Giovanni, e chiusa la parentesi autoincensatoria.

Sezione Pi-quadro è un bel romanzo di fantascienza cyberpunk italiana; De Matteo non nasconde le sue ascendenze gibsoniane, anzi, esibisce ripetuti omaggi al grande scrittore di Vancouver (già nella terza pagina facciamo la conoscenza con Baron Samedi,  e a questo punto le orecchie dei cultori dl buon Gibson cominciano a rizzarsi!). Ma lo fa a partire dalla materia dell’Italia del nuovo millennio, e ha il coraggio di ambientare la  sua storia a Napoli: la città del Sistema, della modernizzazione criminale e violenta, quella specie di interzona burroghsiana  così ben descritta da Saviano in Gomorra. De Matteo la immagina, in un prossimo futuro, un nonluogo assediato dal Kipple (e qui è nostro padre Dick a essere dovutamente omaggiato), e teatro dei più turpi traffici. Il suo protagonista è un poliziotto membro di una squadra speciale (la Pi-quadro appunto) il cui strumento investigativo principale consiste nel sondare gli ultimi ricordi delle persone uccise per scoprivi tracce dei loro assassini. Vicenzo Briganti, questo il nome del nostro poliziotto, è quindi un vero e proprio negromante, un esploratore del regno dei morti. Quando poi viene scoperto il cadavere del commissario capo della Pi-quadro, Briganti deve cominciare un’indagine che lo vede sempre più coinvolto personalmente, soprattutto quando emergono dei collegamenti con l’omicidio, avvenuto molti anni prima, di sua figlia Nora.

L’autore costruisce una buona trama noir-futuristica e lascia che il congegno narrativo si metta in moto e faccia il suo dovere catturando il lettore fino alla fine; intanto ci delinea un mondo che ha raggiunto la Singolarità, il punto di svolta dove la tecnologia ha preso ad accelerare  verso livelli prima inimmaginabili.

Colpisce in questo primo romanzo di De Matteo il citazionismo, a volte perfino esasperato (un po’ tutta la fantascienza più recente è ripresa e a vario modo inglobata in queste pagine), e l’accumulo di materiali (anche testuali) tra i più vari: da Gomorra al paradigma olografico, passando per il manoscritto di un vangelo apogrifo, tanto per limitarsi ai primi che mi vengono in mente. Notavo nella recensione ad Accelerando di Stross che il riassumere situazione e stilemi dei “classici” (dagli anni ’30 al cyberpunk) è forse un po’ il carattere della fantascienza di oggi (e anche il segno della sua debolezza), e in questo Sezioni Pi-quadro è perfettamente in linea con le ultime tendenze d’oltreoceano. L’accumulo di materiali rischia invece di apparire il sintomo di un’indecisione, un mettere troppa carne al fuoco senza selezionare preventivamente i punti salienti della storia. Ma è un difetto minimo, tipico dell’opera prima (la fretta di dire tutto!), così come all’inesperienza è attribuibile una certa macchinosità nello svolgimento della trama e dei numerosi colpi di scena.

In conclusione non si può che apprezzare questo romanzo, e – in attesa delle prove successive di un autore che ha già dimostrato ampiamente di saperci fare anche nella dimensione del romanzo -sperare che Sezione Pi-quadro sia l’inizio di quel risveglio italico della science-fiction che aspettiamo da sempre.

Fabio Nardini

 
 
< Prec.   Pros. >
Nuovo Sito
nuovosito.jpg
Annunci
IWRITE
Un nuovo laboratorio di scrittura a Pisa, con Giampaolo Simi, Rosella Postorino e Fabio Genovesi. Scrittori che scalpitate, esordienti che sarete famosi, che aspettate??
Leggi tutto...
 
A Reggio Emilia la Nuova Scuola Internazionale dei Comics
A REGGIO EMILIA La NUOVA SCUOLA INTERNAZIONALE DEI COMICS

Dopo le recenti inagurazioni delle sedi di Torino e Padova, ad arricchire l'offerta trentennale della Scuola Internazionale di Comics ci penserà la neonata sede di Reggio Emilia. A partire dall'autunno 2008, infatti, inizeranno le lezioni presso la sede nel centro storico del capoluogo

Leggi tutto...
 
ATTILIO MICHELUZZI-nuovo volume di Black Velvet
Dopo i volumi "Magnus. Pirata dell'immaginario" e "De Luca. Il disegno
pensiero", è in distribuzione in questi giorni un altro volume della collana
di saggi che, attraverso l'analisi di importanti studiosi, fornisce una
rappresentazione a tutto tondo dell'opera di alcuni tra i più importanti
autori del fumetto italiano. Questa volta è il turno di Attilio Micheluzzi,
con un volume curato da Luca Boschi e dallo staff organizzativo della
manifestazione Napoli Comicon. Tale libro verrà presentato da Sergio
Brancato, prof. di Sociologia della Comunicazione, Andrea Micheluzzi, figlio
dell'autore, e da alino, curatore della mostra a Castel Sant'Elmo il giorno
8 giugno alle ore 19.00 presso la Fnac di Napoli (via Luca Giordano 59; tel.
081.2201000)
Leggi tutto...
 
PONTIAC

pontiac.jpg

 

 

 

Da lunedì 19 maggio è on line

il primo audiolibro del collettivo Wu Ming.

Un album con 12 tracce, in formato .mp3, suonate e composte da Federico

Oppi, Paul Pieretto, Stefano Pilia, Egle Sommacal. Le voci che interpretano i

testi sono di Wu Ming 2, Daniele Bergonzi & Andrea Giovannucci (aka La

Compagnia Fantasma).

Leggi tutto...
 
bannerinside.jpg