header image
NuovoSitoBanner

nuovosito.jpg

Home
Books
Fantascienza
Cinema
Autori
Comics
Music
Televisione
Teatro
Varie
Cut-up flickr
Cut-up YouTube
Collaborazioni
Login
_______________________
Abbiamo 1 visitatore online
_______________________

Untitled Document
Edizioni
CUT-UP
P.O. BOX 84
Poste Centrali 
19100 - La Spezia

Home arrow Televisione arrow IL COMMISSARIO DE LUCA
IL COMMISSARIO DE LUCA PDF Stampa
Scritto da Andrea Campanella   
sabato 17 maggio 2008

 ilcommissariodeluca_01.jpg
Tratti dai primi romanzi di Carlo Lucarelli, arriva sullo schermo Il commissario De Luca e seguendo le 4 inchieste di cui è composta questa miniserie tv, ripercorriamo 10 anni di Storia Italiana, quella che va dal 1938 al 1948

I romanzi sono ( citati secondo l'ordine della fiction) "Indagine non autorizzata", "Carta bianca", "l'estate torbida" e "Via delle oche". I"ndagine non autorizzata", nell'originale, vedeva all'opera l'ispettore Marino. Il prodotto televisivo è decisamente all'altezza delle aspettative; storicamente attendibile, molto curato nei particolari d'epoca, riesce a ricreare (rispettando una certa neutralità tipicamente televisiva) le atmosfere di un'Italia sotto dittatura, con la maestrina invasata per il duce (indagine non autorizzata), il responsabile dell'Ovra, il questore che prende ordini dalla camicia nera (carta bianca), il figlio della famiglia bene che sta nelle SS italiane e così via con la varia umanità dell'epoca. In tutto questo sta il commissario De Luca, il "miglior poliziotto d'Italia", che ha salvato la vita del Duce, ma che ha un'aria sempre triste, non sorride mai, è sempre a caccia di qualcosa e non è un'entusiasta del fascismo.

 

 

 

lucarellibigg.jpg

De Luca è un poliziotto, lo ripete più volte, è ossessionato dalle sue indagini, non vede l'orizzonte più lontano, la sua è una visione parziale e per questo è di fatto un perdente.

La sua tristezza ci ricorda quella del Francesco Ingravallo del "Pasticciaccio" di Gadda, anche se li il distacco e la mestizia avevano altra origine.

Comunque il suo gesto di ribellione De Luca lo fa, quando venuto a contatto con un magistrato ed un giornalista antifascisti, si guarda bene dal denunciarli. Anzi, quando alla fine di "Carta Bianca", si ritrova a Roma e viene chiamato a visionare le schede di alcuni sospetti antifascisti, vedendo l'informativa sul giornalista Dannunzio sopracitato, straccia il documento e sorridendo lo getta nel cestino.

Negli ultimi due episodi viviamo il momento del crollo della dittatura (e De Luca si trova ad indagare a fianco di una guardia partigiana), quindi l'immediato dopoguerra, le elezioni, per finire con l'attentato a Togliatti. Certo, il percorso di De Luca sottende quel trasformismo tipico italico e anche se l'ultima scena vede il commissario chiamato a deporre contro il suo vecchio collega dell'Ovra, possiamo supporre che con l'imminente amnistia Togliatti, non avrà grossi problemi e potrà vivere la sua storia d'amore con la prostituta di via delle Oche.

Anche De Luca ha una "spalla", il giovane ispettore Pugliese. De Luca, nell'ultima puntata gli chiede cosa avrebbe votato alle elezioni e Pugliese risponde che lui è un democratico ed è anche cristiano, ma controbatte " e lei commissario?". De Luca risponde "Il voto è segreto"

Certamente si capisce che Lucarelli conosce bene la materia in questione, si è  laureato con una tesi incentrata sulla polizia della Repubblica di Salò, e passa da un'indagine che vede coinvolto il duce, ad una che coinvolge alcuni partigiani, fino ai casini del primo dopoguerra.

 

Una menzione speciale per gli interpreti, tutti in parte, compreso Preziosi, monoespressivo, intenso, sempre nervoso, mai appagato. Finalmente, dopo prove discutibili  ( vedi lavori da tanto al chilo  tipo "Il capitano").

Davvero un bello spaccato, pure pedagogico.

Ultimo aggiornamento ( sabato 17 maggio 2008 )
 
Pros. >
Nuovo Sito
nuovosito.jpg
Annunci
IWRITE
Un nuovo laboratorio di scrittura a Pisa, con Giampaolo Simi, Rosella Postorino e Fabio Genovesi. Scrittori che scalpitate, esordienti che sarete famosi, che aspettate??
Leggi tutto...
 
A Reggio Emilia la Nuova Scuola Internazionale dei Comics
A REGGIO EMILIA La NUOVA SCUOLA INTERNAZIONALE DEI COMICS

Dopo le recenti inagurazioni delle sedi di Torino e Padova, ad arricchire l'offerta trentennale della Scuola Internazionale di Comics ci penserà la neonata sede di Reggio Emilia. A partire dall'autunno 2008, infatti, inizeranno le lezioni presso la sede nel centro storico del capoluogo

Leggi tutto...
 
ATTILIO MICHELUZZI-nuovo volume di Black Velvet
Dopo i volumi "Magnus. Pirata dell'immaginario" e "De Luca. Il disegno
pensiero", è in distribuzione in questi giorni un altro volume della collana
di saggi che, attraverso l'analisi di importanti studiosi, fornisce una
rappresentazione a tutto tondo dell'opera di alcuni tra i più importanti
autori del fumetto italiano. Questa volta è il turno di Attilio Micheluzzi,
con un volume curato da Luca Boschi e dallo staff organizzativo della
manifestazione Napoli Comicon. Tale libro verrà presentato da Sergio
Brancato, prof. di Sociologia della Comunicazione, Andrea Micheluzzi, figlio
dell'autore, e da alino, curatore della mostra a Castel Sant'Elmo il giorno
8 giugno alle ore 19.00 presso la Fnac di Napoli (via Luca Giordano 59; tel.
081.2201000)
Leggi tutto...
 
PONTIAC

pontiac.jpg

 

 

 

Da lunedì 19 maggio è on line

il primo audiolibro del collettivo Wu Ming.

Un album con 12 tracce, in formato .mp3, suonate e composte da Federico

Oppi, Paul Pieretto, Stefano Pilia, Egle Sommacal. Le voci che interpretano i

testi sono di Wu Ming 2, Daniele Bergonzi & Andrea Giovannucci (aka La

Compagnia Fantasma).

Leggi tutto...
 
bannerinside.jpg