header image
NuovoSitoBanner

nuovosito.jpg

Home
Books
Fantascienza
Cinema
Autori
Comics
Music
Televisione
Teatro
Varie
Cut-up flickr
Cut-up YouTube
Collaborazioni
Login
_______________________
Abbiamo 1 visitatore e 1 utente online
_______________________

Untitled Document
Edizioni
CUT-UP
P.O. BOX 84
Poste Centrali 
19100 - La Spezia

Home arrow Cinema arrow L'Italia: un popolo di mostri, parola di Dino Risi
L'Italia: un popolo di mostri, parola di Dino Risi PDF Stampa
Scritto da Andrea Campanella   
domenica 08 giugno 2008

risi.jpg 

 Anche Dino Risi, il campione della commedia italiana, insieme a Monicelli, ci ha lasciato.

L'artefice di un genere apparentemente "leggero", che nelle sue mani diventava una dirompente critica socioplitica dell'umanità italica. Proprio nel momento della sua massima espansione, il cosidetto boom. Film come Il sorpassoI mostri, solo per citare due capolavori, denunciavano l'avvento di una classe di cinici opportunisti, amorali, voltagabbana, individui capaci di ogni bassezza. Ovviamente aveva la possibilità di lavorare con materiale umano di primordine, da Gassman a Tognazzi a Sordi a Manfredi, fino a Giannini.

Risi era corrosivo, "cattivo" ed in questo modernissimo. La sua commedia ha un che di anglosassone nella tipologia comica, è graffiante, amara, irriverente e per questo è stato accostato al genio di Billy Wilder.

Le sue gallerie di personaggi, talvolta solo abbozzati nei molti film ad episodi di cui è stato l'apripista, sono uno specchio deformante in cui l'Italia dell'epoca riconosceva i suoi vizi, il suo lato oscuro. Quello che oggi impera e che purtroppo è assurto al rango di status sociale.

Tognazzi che insegna le peggio cose al figlio, non è molto lontano dai genitori moderni, che insegnano ai figli la competizione sfrenata già sui banchi delle elementari o nelle piscine delle società sportive, o nei campi di calcio di provincia.

unavitadifficile.jpg

Il capolavoro di Risi, che ho rivisto proprio ieri sera, è comunque "Una vita difficile", il film che da Sordi non ti saresti mai aspettato. Sceneggiato da Sonego (ma che aspettano a dedicargli un volume a quest'uomo, i nostri insigni critici?) è il film della rettitudine, dell'uomo idealista, partigiano prima, militante poi, che vede sgretolarsi tutti i suoi valori.

Alcune scene sono di diritto entrate nella storia del cinema: Sordi e la Massari, che hanno votato Repubblica al referendum, si ritrovano per fame a trovarsi in casa di monarchici, proprio il giorno dell'elezione. Sordi che sputa alle auto dei villeggianti sul lungomare della Versilia, simbolo di falsità, qualunquismo e diffuse illegalità.

Infine la scena del riscatto, dell'affermazione del "non ci sto", lo schiaffo a Claudio Gora, il commendatore simbolo dell'Italia del malaffare, con cui Magnozzi (Sordi) non vuole avere nulla a che fare.

Insomma Dino, grazie di tutto, è stato un onore.

Ultimo aggiornamento ( domenica 08 giugno 2008 )
 
< Prec.   Pros. >
Nuovo Sito
nuovosito.jpg
Annunci
IWRITE
Un nuovo laboratorio di scrittura a Pisa, con Giampaolo Simi, Rosella Postorino e Fabio Genovesi. Scrittori che scalpitate, esordienti che sarete famosi, che aspettate??
Leggi tutto...
 
A Reggio Emilia la Nuova Scuola Internazionale dei Comics
A REGGIO EMILIA La NUOVA SCUOLA INTERNAZIONALE DEI COMICS

Dopo le recenti inagurazioni delle sedi di Torino e Padova, ad arricchire l'offerta trentennale della Scuola Internazionale di Comics ci penserà la neonata sede di Reggio Emilia. A partire dall'autunno 2008, infatti, inizeranno le lezioni presso la sede nel centro storico del capoluogo

Leggi tutto...
 
ATTILIO MICHELUZZI-nuovo volume di Black Velvet
Dopo i volumi "Magnus. Pirata dell'immaginario" e "De Luca. Il disegno
pensiero", è in distribuzione in questi giorni un altro volume della collana
di saggi che, attraverso l'analisi di importanti studiosi, fornisce una
rappresentazione a tutto tondo dell'opera di alcuni tra i più importanti
autori del fumetto italiano. Questa volta è il turno di Attilio Micheluzzi,
con un volume curato da Luca Boschi e dallo staff organizzativo della
manifestazione Napoli Comicon. Tale libro verrà presentato da Sergio
Brancato, prof. di Sociologia della Comunicazione, Andrea Micheluzzi, figlio
dell'autore, e da alino, curatore della mostra a Castel Sant'Elmo il giorno
8 giugno alle ore 19.00 presso la Fnac di Napoli (via Luca Giordano 59; tel.
081.2201000)
Leggi tutto...
 
PONTIAC

pontiac.jpg

 

 

 

Da lunedì 19 maggio è on line

il primo audiolibro del collettivo Wu Ming.

Un album con 12 tracce, in formato .mp3, suonate e composte da Federico

Oppi, Paul Pieretto, Stefano Pilia, Egle Sommacal. Le voci che interpretano i

testi sono di Wu Ming 2, Daniele Bergonzi & Andrea Giovannucci (aka La

Compagnia Fantasma).

Leggi tutto...
 
bannerinside.jpg