header image
NuovoSitoBanner

nuovosito.jpg

Home
Books
Fantascienza
Cinema
Autori
Comics
Music
Televisione
Teatro
Varie
Cut-up flickr
Cut-up YouTube
Collaborazioni
Login
_______________________
Abbiamo 1 utente online
_______________________

Untitled Document
Edizioni
CUT-UP
P.O. BOX 84
Poste Centrali 
19100 - La Spezia

Home arrow Music arrow PAOLO FRESU/URI CAINE LIVE
PAOLO FRESU/URI CAINE LIVE PDF Stampa
Scritto da Andrea Campanella   
mercoledì 23 luglio 2008

fresucaine2.jpg 

 Serata indimenticabile quella di ieri, con Uri Caine e Paolo Fresu sul palco della 40esima edizione del Festival del Jazz della Spezia.

Due protagonisti assoluti del jazz mondiale hanno deliziato i padiglioni auditivi e scaldato il cuore del pubblico accorso in P.zza del Bastione, con il concerto legato all'ultimo lavoro "Things". “Dear Old Stockholm“, " I love you Porgy" e "Si dolce è il tormento" di Monteverdi, prendono la prima parte del concerto ed è già magia che si spande per l'aere

I due affrontano a testa alta i classici, rileggono brani della tradizione classica, rompendo steccati e barriere culturali, dimostrando nel contempo una cura estrema per la melodia.

Il pianista di Filadelfia si alterna al piano e al fender, Fresu tra flicorno, tromba con sordina e  consolle per trattamenti applicati. L'intesa è consolidata, il gioco di rimandi, il vero e proprio dialogo tra i due musicisti, rende tutto molto semplice e ben oliato.

"Cheekthings.jpg to cheek" del grande Irving Berlin irrompe senza troppi preamboli e dopo l'esposizione del tema, il rincorrersi su scale e temi creati di volta in volta dal flicorno di Fresu e dal piano di Caine, rendono questo classico del repertorio, un gioiello vivo e pulsante. Resta un mistero la capacità polmonare di Paolo Fresu, quel tenere la nota per minuti interi, così funzionale e affascinante che contribuisce a renderlo talento unico.

Stesso discorso per "A night in Tunisia" del maestro Gillespie, un classico del Bop.

Il concerto si chiude con il pubblico che si spella le mani e chiede a gran voce il bis.

I due non deludono e sotto le stelle di una sera di luglio partono le note di un classico della tradizione napoletana, lo struggente "Munasterio 'e santa Chiara" di Galdieri e Barberis, che sottende, attraverso la vicenda del tempio della fede distrutto nel '43, un appassionato atto d'amore per una terra martoriata ieri come oggi da mali endemici, che sembrano impossibili da estirpare. Fresu trova tempo e modo per una citazione di quelle che fanno la differenza, Que rest-T-Il De Nos Amours di Charles Trenet. 

Un concerto fantastico che chiude la tre giorni del Festival del jazz della Spezia nel migliore dei modi, dimostrando quanto ancora, come italiani, abbiamo da dare e da dire, capaci di produrre talenti di livello internazionale. 

Grazie Tiberio.

Uri Caine (pianoforte,fender rhodes); Paolo Fresu (tromba,flicorno,effetti).

Ultimo aggiornamento ( martedì 05 agosto 2008 )
 
< Prec.   Pros. >
Nuovo Sito
nuovosito.jpg
Annunci
IWRITE
Un nuovo laboratorio di scrittura a Pisa, con Giampaolo Simi, Rosella Postorino e Fabio Genovesi. Scrittori che scalpitate, esordienti che sarete famosi, che aspettate??
Leggi tutto...
 
A Reggio Emilia la Nuova Scuola Internazionale dei Comics
A REGGIO EMILIA La NUOVA SCUOLA INTERNAZIONALE DEI COMICS

Dopo le recenti inagurazioni delle sedi di Torino e Padova, ad arricchire l'offerta trentennale della Scuola Internazionale di Comics ci penserà la neonata sede di Reggio Emilia. A partire dall'autunno 2008, infatti, inizeranno le lezioni presso la sede nel centro storico del capoluogo

Leggi tutto...
 
ATTILIO MICHELUZZI-nuovo volume di Black Velvet
Dopo i volumi "Magnus. Pirata dell'immaginario" e "De Luca. Il disegno
pensiero", è in distribuzione in questi giorni un altro volume della collana
di saggi che, attraverso l'analisi di importanti studiosi, fornisce una
rappresentazione a tutto tondo dell'opera di alcuni tra i più importanti
autori del fumetto italiano. Questa volta è il turno di Attilio Micheluzzi,
con un volume curato da Luca Boschi e dallo staff organizzativo della
manifestazione Napoli Comicon. Tale libro verrà presentato da Sergio
Brancato, prof. di Sociologia della Comunicazione, Andrea Micheluzzi, figlio
dell'autore, e da alino, curatore della mostra a Castel Sant'Elmo il giorno
8 giugno alle ore 19.00 presso la Fnac di Napoli (via Luca Giordano 59; tel.
081.2201000)
Leggi tutto...
 
PONTIAC

pontiac.jpg

 

 

 

Da lunedì 19 maggio è on line

il primo audiolibro del collettivo Wu Ming.

Un album con 12 tracce, in formato .mp3, suonate e composte da Federico

Oppi, Paul Pieretto, Stefano Pilia, Egle Sommacal. Le voci che interpretano i

testi sono di Wu Ming 2, Daniele Bergonzi & Andrea Giovannucci (aka La

Compagnia Fantasma).

Leggi tutto...
 
bannerinside.jpg