header image
NuovoSitoBanner

nuovosito.jpg

Home
Books
Fantascienza
Cinema
Autori
Comics
Music
Televisione
Teatro
Varie
Cut-up flickr
Cut-up YouTube
Collaborazioni
Login
_______________________
_______________________

Untitled Document
Edizioni
CUT-UP
P.O. BOX 84
Poste Centrali 
19100 - La Spezia

Home arrow Music arrow INTERVISTA A LUCA OLIVIERI
INTERVISTA A LUCA OLIVIERI PDF Stampa
Scritto da Andrea Campanella   
luned́ 24 novembre 2008

laquartadimensione.jpg 

La Quarta Dimensione(Ag Prod) 2008 è l'ultimo lavoro del compositore e musicista Luca Olivieri. Un album (come si diceva una volta) tutto strumentale, con brani provenienti da sonorizzazioni di film muti, da musica per il teatro  oppure brevi momenti creati ex novo.

Un lavoro "coraggioso", fuori dal coro, che abiamo trovato molto stimolante e di cui abbiamo parlato con l'autore stesso. Luca (classe '68) ha all'attivo collaborazioni importanti  ta cui il Teatro Stabile di Genova, Giuseppe Cederna, Gang, Franco Branciaroli e Yo Yo Mundi. gruppo con il quale collabora stabilmente

Ne "La Quarta Dimensione" sono al suo fianco musicisti del calibro di  Mario Arcari (De Andrè, Fossati, Pagani)  componenti di Yo Yo Mundi ( Fabio Martino, Fabrizio Barale e Andrea Cavalieri), la violoncellista Giovanna Vivaldi, Diego Pangolino alle percussioni e Roberto Lazzarino alla chitarra

Ed ora l'intervista

1. Partiamo dall'inizio, il titolo, "La quarta dimensione" ovvero il tempo... Il titolo del disco è un termine scentifico che definisce il tempo. Durante la realizzazione dei brani ho sentito la necessità di avere un filo comune che unisse idealmente tutto il lavoro, una sorta di concept, così ho sviluppato questa idea del passare del tempo, cosa che tra l'altro ognuno di noi vive inevitabilmente in modo diverso. Alla fine ho trovato in questa breve frase il sigillo ideale al mio racconto in musica.    lucaolivierifoto.jpg 

 

2. Sei particolarmente abile a costruire armonie, atmosfere, mescolando acustico e digitale, qual'è il tuo percorso artistico? Ho studiato musica classica diplomandomi in pianoforte al Conservatorio di Genova ma ho anche cercato di percorrere una strada fatta di musica rock ed elettronica, approfondendo l'uso di synth, computer e campionatori. Negli anni ho collaborato con alcune compagnie e registi teatrali per la realizzazione di musiche di scena oltre alla partecipazione a diverse sonorizzazioni di film muti degli anni venti. Insomma, un mondo il più vario possibile...   3. Sonorizzazione di film muti, fantastico! Puoi farmi qualche esempio? Si tratta di suonare dal vivo in contemporanea alla proiezione di film che naturalmente sono sprovvisti di sonoro e che all'epoca vedevano l'orchestra o anche solo un pianista accompagnare le immagini. Insieme agli Yo Yo Mundi, gruppo con cui collaboro da parecchio tempo, abbiamo sonorizzato diverse pellicole per un totale di circa 160 repliche in Italia e all'estero. Tra i vari titoli ricordo con piacere "Strike" di Sergej Ejzenstejn, la cui sonorizzazione è diventata anche un cd distribuito in Giappone, Stati Uniti e Gran Bretagna e "Chang: La giungla misteriosa" di Merian C. Cooper e Ernest B. Schoedsack, grazie al quale quest'anno abbiamo suonato, per la seconda volta, al prestigioso Barbican Centre di Londra.   

lucaolivierilive.jpg

  4. La tua si può chiamare "musica applicata" o ti arrabbi? Non mi arrabbio, anzi, lo considero un complimento! Trovo gratificante riuscire a commentare nel modo più funzionale un'immagine o una particolare scena teatrale, non penso sia un'attività riduttiva; lavorare seguendo particolari indicazioni e richieste molte volte è più difficile che comporre in assoluta libertà.     

 

 

5. In Italia c'è poco spazio per questo tipo di lavori... a parte il ruolo del compositore, ma penso ad esempio ai grandi arrangiatori, mi viene in mente Billy Strayhorne o Neil Hefti, in Italia i direttori delle orchestre RAI, Pino Calvi, Bruno Canfora... Tutti grandi nomi, alcuni dei quali rimandano a fantastiche immagini in bianco e nero... Purtroppo per le grandi orchestre è un periodo difficile, i tagli sempre più frequenti colpiscono in modo netto queste realtà. Per quanto riguarda il ruolo del compositore è vero che non è così semplice proporre musica strumentale, specie se nata per  sonorizzazioni particolari, ma grazie ad alcuni nomi che ultimamente hanno avuto una grande visibilità e posizioni alte nelle classifiche di vendita credo che le cose stiano cambiando. Certo, lavori come il mio e molti altri faticano a trovare uno spazio, ma va bene così; pubblicare la propria musica liberamente, avere riscontri positivi anche da parte di certa stampa e da media particolarmente esigenti è un passo importante oltre che una grande soddisfazione.  lucaolivieriritratto.jpg  6. Per concludere ti chiedo quali sono i tuoi progetti futuri e, se vuoi, di aggiungere qualcosa che non è stato detto...   Al momento continuo a fare promozione al disco cercando di dare maggiore visibilità possibile a questo progetto, inoltre ho già cominciato la stesura di nuovi brani e credo di poter iniziare presto a registrare qualcosa... Vorrei infine ringraziarti per questa piacevole chiacchierata e per lo spazio dedicato a me e alla mia musica.  http://www.lucaolivieri.eu/ www.myspace.com/lucaolivieri     
Ultimo aggiornamento ( luned́ 24 novembre 2008 )
 
< Prec.   Pros. >
Nuovo Sito
nuovosito.jpg
Annunci
IWRITE
Un nuovo laboratorio di scrittura a Pisa, con Giampaolo Simi, Rosella Postorino e Fabio Genovesi. Scrittori che scalpitate, esordienti che sarete famosi, che aspettate??
Leggi tutto...
 
A Reggio Emilia la Nuova Scuola Internazionale dei Comics
A REGGIO EMILIA La NUOVA SCUOLA INTERNAZIONALE DEI COMICS

Dopo le recenti inagurazioni delle sedi di Torino e Padova, ad arricchire l'offerta trentennale della Scuola Internazionale di Comics ci penserà la neonata sede di Reggio Emilia. A partire dall'autunno 2008, infatti, inizeranno le lezioni presso la sede nel centro storico del capoluogo

Leggi tutto...
 
ATTILIO MICHELUZZI-nuovo volume di Black Velvet
Dopo i volumi "Magnus. Pirata dell'immaginario" e "De Luca. Il disegno
pensiero", è in distribuzione in questi giorni un altro volume della collana
di saggi che, attraverso l'analisi di importanti studiosi, fornisce una
rappresentazione a tutto tondo dell'opera di alcuni tra i più importanti
autori del fumetto italiano. Questa volta è il turno di Attilio Micheluzzi,
con un volume curato da Luca Boschi e dallo staff organizzativo della
manifestazione Napoli Comicon. Tale libro verrà presentato da Sergio
Brancato, prof. di Sociologia della Comunicazione, Andrea Micheluzzi, figlio
dell'autore, e da alino, curatore della mostra a Castel Sant'Elmo il giorno
8 giugno alle ore 19.00 presso la Fnac di Napoli (via Luca Giordano 59; tel.
081.2201000)
Leggi tutto...
 
PONTIAC

pontiac.jpg

 

 

 

Da lunedì 19 maggio è on line

il primo audiolibro del collettivo Wu Ming.

Un album con 12 tracce, in formato .mp3, suonate e composte da Federico

Oppi, Paul Pieretto, Stefano Pilia, Egle Sommacal. Le voci che interpretano i

testi sono di Wu Ming 2, Daniele Bergonzi & Andrea Giovannucci (aka La

Compagnia Fantasma).

Leggi tutto...
 
bannerinside.jpg