header image
NuovoSitoBanner

nuovosito.jpg

Home
Books
Fantascienza
Cinema
Autori
Comics
Music
Televisione
Teatro
Varie
Cut-up flickr
Cut-up YouTube
Collaborazioni
Login
_______________________
Abbiamo 1 visitatore online
_______________________

Untitled Document
Edizioni
CUT-UP
P.O. BOX 84
Poste Centrali 
19100 - La Spezia

Home arrow Music arrow Cinevox
Cinevox PDF Stampa
Scritto da Andrea Campanella   
giovedě 02 agosto 2007

Scrivere della Cinevox è parlare di qualcosa di caro; che va al di la del prodotto e che acquista un forte valore affettivo. La musica ha sempre significato molto per me anche perchè in famiglia di musica se ne ascoltava molta. Musica popolare, quella che oggi chiamano lounge e che una volta era detta easy listening intendendo robetta leggera.

Col tempo oltre ai musicisti cominciai ad essere legato pure alle etichette: la Reprise di Sinatra la A&M di Bacharach, Alpert e Sergio Mendes, la PDU di Mina la Numero Uno di Battisti e Tony Renis la CGD di Johnny Dorelli, la Durium etc etc. Erano i primi anni 70 e nel cinema accanto ai Fellini, Scola, Petri, Leone e Visconti imperversava il cinema di genere, quello dei fratelli Martino, di Sollima e Di Leo, di Steno e Lenzi, di Argento e Fulci. L’horror, il poliziottesco, la commediaccia, il giallo e così via. In casa giravano incessantemente i temi di Morricone, Metti una sera a cena, Giù la testa, il clan dei siciliani: erano tempi nei quali brani strumentali arrivavano primi in classifica. Un fatto oggi impensabile. La Cinevox di Bixio era la casa che pubblicava la musica di Morricone, Umiliani, Rustichelli, Piccioni, Gaslini etc etc. [...]
Mi è capitato recentemente di sfogliare un volume dedicato alle colonne sonore : i nomi erano due, il grande Nino Rota e Morricone. Con questa mentalità non si fa molta strada. Ricordiamo che Orson Welles per il suo Touch of evil volle Henry Mancini. La grandezza di compositori come Umiliani o Piccioni sta proprio nell’essere riusciti a trovare un suono inconfondibile, unico, fatto di cori soprattutto, di musica piacevole, spesso mescolando le nuove istanze come il beat o le vibrazioni d’oriente al nuovo suono che era la bossa nova. Se da una parte i giovani scoprivano il progressive dall’altro la vera novità musicale stava nella bossa. Una delle raccolte più interessanti pubblicate in questi giorni da Cinevox di Carlo Bagnolo si intitola proprio Bossa galore (le altre sono Beat vol 1 e2) che fa parte di una linea più ampia chiamata Lounge at Cinevox. Presentata con una confezione lussuosa, questa raccolta presenta alcune perle di rara bellezza, a cominciare da Metti una sera a cena capolavoro di Morricone che si misura proprio con il nuovo suono, mettendo due temi contrapposti a correre insieme e la voce suadente (di Nora Orlandi?) a dispiegarsi libera. Veramente uno dei brani più coinvolgenti e frenetici del compositore romano. Un capitolo a parte è dedicato alla musica dei poliziotteschi (italian cop movies) con il cd intitolato Roma violenta-la Cinevox s’incazza . Stelvio Cipriani la fa da padrone con la serie La polizia ha le mani legate, La polizia chiede aiuto, La Polizia sta a guardare etc etc. Film che sono diventati un culto soprattutto in America (Tarantino docet) Dove gli eroi avevano il volto di Maurizio Merli, Tomas Milian o Luc Merenda. Nei temi musicali legati a questo genere come al thriller si evidenzia nell’autore una formazione di fondo jazzistica che connota benissimo i brani più concitati e di azione : badate bene gli autori grosso modo sono sempre gli stessi che dimostrano una grande versatilità e capacità di cambiare facilmente registro.

Il lavoro operato da Carlo Bagnolo e Claudio Fuiano va al di la di un discorso meramente commerciale ed investe il campo culturale a tutto tondo e si pone in linea con il lavoro operato da altre label come Right Tempo(di cui ci occuperemo prossimamente)e da riviste come Notturno o Amarcord o Il Giaguaro che puntano decisamente allo studio del cinema di genere, quello che marco Giusti ha ribattezzato Stracult ma in generale alla cultura e al costume degli anni 60/70.

C’è un rinnovato interesse per questo patrimonio musicale forse proprio perchè accanto ad una piacevolezza di fondo se ne avverte l’originalità e l’unicità e proprio perchè questa formula vincente tutta Italiana viene adottata dalla corrente musicale lounge di mezza Europa.

 
< Prec.   Pros. >
Nuovo Sito
nuovosito.jpg
Annunci
IWRITE
Un nuovo laboratorio di scrittura a Pisa, con Giampaolo Simi, Rosella Postorino e Fabio Genovesi. Scrittori che scalpitate, esordienti che sarete famosi, che aspettate??
Leggi tutto...
 
A Reggio Emilia la Nuova Scuola Internazionale dei Comics
A REGGIO EMILIA La NUOVA SCUOLA INTERNAZIONALE DEI COMICS

Dopo le recenti inagurazioni delle sedi di Torino e Padova, ad arricchire l'offerta trentennale della Scuola Internazionale di Comics ci penserà la neonata sede di Reggio Emilia. A partire dall'autunno 2008, infatti, inizeranno le lezioni presso la sede nel centro storico del capoluogo

Leggi tutto...
 
ATTILIO MICHELUZZI-nuovo volume di Black Velvet
Dopo i volumi "Magnus. Pirata dell'immaginario" e "De Luca. Il disegno
pensiero", è in distribuzione in questi giorni un altro volume della collana
di saggi che, attraverso l'analisi di importanti studiosi, fornisce una
rappresentazione a tutto tondo dell'opera di alcuni tra i più importanti
autori del fumetto italiano. Questa volta è il turno di Attilio Micheluzzi,
con un volume curato da Luca Boschi e dallo staff organizzativo della
manifestazione Napoli Comicon. Tale libro verrà presentato da Sergio
Brancato, prof. di Sociologia della Comunicazione, Andrea Micheluzzi, figlio
dell'autore, e da alino, curatore della mostra a Castel Sant'Elmo il giorno
8 giugno alle ore 19.00 presso la Fnac di Napoli (via Luca Giordano 59; tel.
081.2201000)
Leggi tutto...
 
PONTIAC

pontiac.jpg

 

 

 

Da lunedì 19 maggio è on line

il primo audiolibro del collettivo Wu Ming.

Un album con 12 tracce, in formato .mp3, suonate e composte da Federico

Oppi, Paul Pieretto, Stefano Pilia, Egle Sommacal. Le voci che interpretano i

testi sono di Wu Ming 2, Daniele Bergonzi & Andrea Giovannucci (aka La

Compagnia Fantasma).

Leggi tutto...
 
bannerinside.jpg