header image
NuovoSitoBanner

nuovosito.jpg

Home
Books
Fantascienza
Cinema
Autori
Comics
Music
Televisione
Teatro
Varie
Cut-up flickr
Cut-up YouTube
Collaborazioni
Login
_______________________
Abbiamo 1 utente online
_______________________

Untitled Document
Edizioni
CUT-UP
P.O. BOX 84
Poste Centrali 
19100 - La Spezia

Home arrow Fantascienza arrow Il duca oltre il portale
Il duca oltre il portale PDF Stampa
Scritto da Fabio Nardini   
domenica 18 aprile 2010

 

Forse è presto per parlare di una rinascita della fantascienza di lingua italiana (e forse è improprio: se questa è una rinascita, quale mai sarebbe stata la nascita?), ma di sicuro negli ultimi 3-4 anni non soltanto abbiamo visto la crescita di una generazione di autori per così dire interni ai canali tradizionali della sf nostrana (parlo dei vari Tonani, De Matteo, Verso) ma, fatto senz’altro nuovo, c’è tutto un pullulare di scrittori che raccontano storie riconducibili all’immaginario fantascientifico che si propongono e vengono ben accolti nelle case editrici e nelle collane non di genere. Niente di strano del resto: da almeno quindici anni cannibali e neonoir hanno liberato la letteratura italiana dal tabù del “genere”, e la fantascienza ha tutte le carte in regola per attrarre scrittori che vogliono dare un respiro epico ai loro lavori.

Mario Sandri

Il Duca oltre il portale

Fandango, collana Quindici Libri

Pag. 260, euro 10

 

Forse è presto per parlare di una rinascita della fantascienza di lingua italiana (e forse è improprio: se questa è una rinascita, quale mai sarebbe stata la nascita?), ma di sicuro negli ultimi 3-4 anni non soltanto abbiamo visto la crescita di una generazione di autori per così dire interni ai canali tradizionali della sf nostrana (parlo dei vari Tonani, De Matteo, …) ma, fatto senz’altro nuovo, c’è tutto un pullulare di scrittori che raccontano storie riconducibili all’immaginario fantascientifico che si propongono e vengono ben accolti nelle case editrici e nelle collane non di genere. Niente di strano del resto: da almeno quindici anni cannibali e neonoir hanno liberato la letteratura italiana dal tabù del “genere”, e la fantascienza ha tutte le carte in regola per attrarre scrittori che vogliono dare un respiro epico ai loro lavori.

Dei romanzi usciti nel corso degli ultimi mesi, “Il duca oltre il portale” si distingue per la freschezza delle idee e per il felice piglio narrativo; sembrerebbe il lavoro di un abile professionista, e invece è l’opera prima di un esordiente non più giovanissimo (Mario Sandri, apprendiamo dalle scarne note biografiche pubblicate da Fandango, è nato a Saluzzo nel 1961). E’ un bella storia di fantascienza “classica”, con tanto di avventura spaziali, naufraghi stellari, un pianeta vergine, alieni misteriosi. Il futuro descritto nelle prime pagine del romanzo è quanto mai improbabile: un’Europa in cui il principato di Monaco controlla l’intero continente ed è la principale potenza mondiale. In questo scenario il duca di Odole Eterne, Virgilio, vuole intraprendere una spedizione che tutti considerano una follia, cioè passare per il terzo dei portali interstellari rivelati secoli prima da un profezia. I primi due sono già stati utilizzati e hanno permesso la colonizzazione di altrettanti mondi, ma le spedizioni inviate attraverso il terzo non hanno più fatto ritorno. Il duca, nel corso della spedizione, si rivela un personaggio quanto mai intrigante, vero motore di tutta la storia. Rigido manichino prigioniero dell’etichetta nelle prime pagine, studioso colto ma eccentrico mentre la nave spaziale viaggia verso la sua destinazione, le intuizioni del duca si rivelano le uniche capaci di sondare la complessità del pianeta alieno. Come nel classico romanzo a “puzzle” la soluzione arriverà solo alla fine, del tutto inaspettata.

“Il duca oltre il portale” non nasconde certo i debiti con la fantascienza classica. Ma nemmeno li ostenta parodisticamente, secondo i dettami di un deteriore citazionismo. Come molti altri narratori di questi ultimi anni, Sandri fa proprie le regole del genere e, invece di limitarsi a menzionarle, le usa per costruire la sua storia. Divertente e godibile quanto poche altre.

Un plauso anche all’editore, che ha varato una collana “a termine”: Quindici Libri infatti pubblicherà solo quindici titoli, scelti da Alessandro Baricco e Dario Voltolini, tutti rigorosamente primi o, al massimo, secondi libri. Insomma autori esordienti, quelli che molti editori considerano solo mucche da mungere per l’editoria a pagamento.

Fabio Nardini

 
< Prec.   Pros. >
Nuovo Sito
nuovosito.jpg
Annunci
IWRITE
Un nuovo laboratorio di scrittura a Pisa, con Giampaolo Simi, Rosella Postorino e Fabio Genovesi. Scrittori che scalpitate, esordienti che sarete famosi, che aspettate??
Leggi tutto...
 
A Reggio Emilia la Nuova Scuola Internazionale dei Comics
A REGGIO EMILIA La NUOVA SCUOLA INTERNAZIONALE DEI COMICS

Dopo le recenti inagurazioni delle sedi di Torino e Padova, ad arricchire l'offerta trentennale della Scuola Internazionale di Comics ci penserà la neonata sede di Reggio Emilia. A partire dall'autunno 2008, infatti, inizeranno le lezioni presso la sede nel centro storico del capoluogo

Leggi tutto...
 
ATTILIO MICHELUZZI-nuovo volume di Black Velvet
Dopo i volumi "Magnus. Pirata dell'immaginario" e "De Luca. Il disegno
pensiero", è in distribuzione in questi giorni un altro volume della collana
di saggi che, attraverso l'analisi di importanti studiosi, fornisce una
rappresentazione a tutto tondo dell'opera di alcuni tra i più importanti
autori del fumetto italiano. Questa volta è il turno di Attilio Micheluzzi,
con un volume curato da Luca Boschi e dallo staff organizzativo della
manifestazione Napoli Comicon. Tale libro verrà presentato da Sergio
Brancato, prof. di Sociologia della Comunicazione, Andrea Micheluzzi, figlio
dell'autore, e da alino, curatore della mostra a Castel Sant'Elmo il giorno
8 giugno alle ore 19.00 presso la Fnac di Napoli (via Luca Giordano 59; tel.
081.2201000)
Leggi tutto...
 
PONTIAC

pontiac.jpg

 

 

 

Da lunedì 19 maggio è on line

il primo audiolibro del collettivo Wu Ming.

Un album con 12 tracce, in formato .mp3, suonate e composte da Federico

Oppi, Paul Pieretto, Stefano Pilia, Egle Sommacal. Le voci che interpretano i

testi sono di Wu Ming 2, Daniele Bergonzi & Andrea Giovannucci (aka La

Compagnia Fantasma).

Leggi tutto...
 
bannerinside.jpg