header image
NuovoSitoBanner

nuovosito.jpg

Home
Books
Fantascienza
Cinema
Autori
Comics
Music
Televisione
Teatro
Varie
Cut-up flickr
Cut-up YouTube
Collaborazioni
Login
_______________________
Abbiamo 1 utente online
_______________________

Untitled Document
Edizioni
CUT-UP
P.O. BOX 84
Poste Centrali 
19100 - La Spezia

Home arrow Books arrow Camilla Lackberg Lo scalpellino
Camilla Lackberg Lo scalpellino PDF Stampa
Scritto da Susanna Raule   
domenica 09 ottobre 2011
lo-scalpellino.jpg
Marsilio, pp. 574, euro 19.00

Per leggere le 574 pagine de Lo scalpellino, terzo titolo della Lackberg con protagonisti Patrik ed Erica, ci vogliono circa dieci ore di lettura continua. Posso dirvelo – e credo che abbia un suo interesse – perché so quanto è durato il lungo viaggio in treno (andata e ritorno) durante il quale l’ho letto. Il fatto che i giallisti svedesi sentano sempre il bisogno di scrivere delle opere titaniche è una delle poche cose che si possano dire a loro discapito. L’altra cosa è che i loro investigatori sono fin troppo flemmatici e che per trovare il colpevole serve sempre più del tempo che ti aspetteresti necessario. Questo va sotto la voce “realismo”, se ve lo state chiedendo. Persino in Svezia, dove funziona tutto, la giustizia non è esattamente scattante.
Ma basta con i difetti.
Lo scalpellino è un page-turner, come direbbero gli americani. Quando cominci a leggerlo, staccarsene diventa difficile. È il semplice potere della prosa lineare e un po’algida della Lackberg. Non riguarda le vicende, la trama gialla non ha niente di sensazionale. Il colpevole è Quello Lì, quello che ti aveva insospettito. La parte interessante è scoprire perché Quello Lì ha fatto quel che ha fatto. In poche parole, è l’intreccio che ti frega. Sono le storie parallele dei vari personaggi, il lento dipanarsi del mistero, il succedersi degli avvenimenti.
L’incipit è presto detto: un pescatore di aragoste, in una fredda mattina, tira su dal mare, insieme alle sue nasse, il corpo di una bambina di sette anni. Sembra che si sia trattato di un tragico incidente, ma l’acqua nei polmoni della bimba non è salata, ma dolce, come se fosse morta in una vasca da bagno. Com’è finita in mare? Chi l’ha uccisa? E, specialmente, perché?
La Lackberg, come dicevo, tiene i suoi lettori attaccati alla pagina. Nel frattempo, fa un quadro della vita privata degli svedesi (ma, da questo punto di vista, gli italiani non sono migliori) sconfortante. Lo scalpellino è quasi un trattato sulla vita delle donne e sui loro problemi: le maternità non sempre idilliache, i matrimoni scricchiolanti, i genitori sciagurati, i mariti violenti, lo spleen di tutti i giorni, i vicini di casa invadenti e aggressivi.
È un catalogo della povertà umana, questo libro. Un catalogo piuttosto completo, forse fin troppo. Un catalogo non privo di comprensione, bisogna aggiungere, e di speranza.
Perché gli esseri umani in difficoltà possono dare il loro peggio, questo è vero. Ma anche il loro meglio.
 
< Prec.   Pros. >
Nuovo Sito
nuovosito.jpg
Annunci
IWRITE
Un nuovo laboratorio di scrittura a Pisa, con Giampaolo Simi, Rosella Postorino e Fabio Genovesi. Scrittori che scalpitate, esordienti che sarete famosi, che aspettate??
Leggi tutto...
 
A Reggio Emilia la Nuova Scuola Internazionale dei Comics
A REGGIO EMILIA La NUOVA SCUOLA INTERNAZIONALE DEI COMICS

Dopo le recenti inagurazioni delle sedi di Torino e Padova, ad arricchire l'offerta trentennale della Scuola Internazionale di Comics ci penserà la neonata sede di Reggio Emilia. A partire dall'autunno 2008, infatti, inizeranno le lezioni presso la sede nel centro storico del capoluogo

Leggi tutto...
 
ATTILIO MICHELUZZI-nuovo volume di Black Velvet
Dopo i volumi "Magnus. Pirata dell'immaginario" e "De Luca. Il disegno
pensiero", è in distribuzione in questi giorni un altro volume della collana
di saggi che, attraverso l'analisi di importanti studiosi, fornisce una
rappresentazione a tutto tondo dell'opera di alcuni tra i più importanti
autori del fumetto italiano. Questa volta è il turno di Attilio Micheluzzi,
con un volume curato da Luca Boschi e dallo staff organizzativo della
manifestazione Napoli Comicon. Tale libro verrà presentato da Sergio
Brancato, prof. di Sociologia della Comunicazione, Andrea Micheluzzi, figlio
dell'autore, e da alino, curatore della mostra a Castel Sant'Elmo il giorno
8 giugno alle ore 19.00 presso la Fnac di Napoli (via Luca Giordano 59; tel.
081.2201000)
Leggi tutto...
 
PONTIAC

pontiac.jpg

 

 

 

Da lunedì 19 maggio è on line

il primo audiolibro del collettivo Wu Ming.

Un album con 12 tracce, in formato .mp3, suonate e composte da Federico

Oppi, Paul Pieretto, Stefano Pilia, Egle Sommacal. Le voci che interpretano i

testi sono di Wu Ming 2, Daniele Bergonzi & Andrea Giovannucci (aka La

Compagnia Fantasma).

Leggi tutto...
 
bannerinside.jpg