header image
NuovoSitoBanner

nuovosito.jpg

Home
Books
Fantascienza
Cinema
Autori
Comics
Music
Televisione
Teatro
Varie
Cut-up flickr
Cut-up YouTube
Collaborazioni
Login
_______________________
Abbiamo 1 utente online
_______________________

Untitled Document
Edizioni
CUT-UP
P.O. BOX 84
Poste Centrali 
19100 - La Spezia

Home arrow Books arrow Charles Dickens – Il mistero di Edwin Drood
Charles Dickens – Il mistero di Edwin Drood PDF Stampa
Scritto da Susanna Raule   
venerd́ 23 marzo 2012
edwin_drood.jpg
Gargoyle, pp. 329, Euro 18.00

Tutti conosciamo Charles Dickes. I suoi libri sono considerati “classici” e sono famosi in tutto il mondo. L’impatto che Dickens ha avuto sulla narrativa moderna è unanimemente riconosciuto.
Che cosa c’entra tutto questo con una casa editrice horror, vi chiederete?
Ben poco, in effetti. Diciamo solo che qualcuno doveva farlo e, forse per le tematiche “misteriose” del romanzo, la prima a farsi avanti, in onore del duecentesimo anniversario della nascita dell’autore, è stata la Gargoyle.
Il Mistero di Edwin Drood, del 1870, è l’ultimo romanzo, incompiuto, di Dickens, ed è stato definito “la storia più misteriosa che sia mai stata scritta.”
Le vicende, ricche e complesse come in tutte le opere dickensiane, partono dall’improvvisa scomparsa di Edwin Drood, un giovane facoltoso e prossimo alle nozze.
Lo zio di Edwin, anch’egli interessato a Rosa, la fidanzata, inizia a indagare.
Apparentemente strutturato come un giallo (il cui finale non conosceremo mai), Il Mistero di Edwin Drood è il pretesto per mostrare una pluralità di personaggi e situazioni, in cui il lettore viene avvinto suo malgrado.
Avvinto e abbandonato, ovviamente, dato che la morte improvvisa di Dickens ha, tra le altre cose, impedito che il mistero della scomparsa del giovane Drood fosse risolto.
Nel corso degli anni, moltissimi autori hanno cercato di concludere l’opera dickensiana, con risultati altalenanti, tra cui gli italiani Fruttero e Lucentini nel loro La verità sul caso D.
La traduzione oggi riproposta in una versione aggiornata è quella dell’anglista Stefano Monferlotti e comprende, in appendice, il cosiddetto “Frammento Sapsea”, quattro pagine che forse Dickens aveva intenzione di inserire nel testo (o forse no).
Un classico finalmente tornato sugli scaffali, per la gioia di tutti gli amanti di Charles Dickens.
 
< Prec.   Pros. >
Nuovo Sito
nuovosito.jpg
Annunci
IWRITE
Un nuovo laboratorio di scrittura a Pisa, con Giampaolo Simi, Rosella Postorino e Fabio Genovesi. Scrittori che scalpitate, esordienti che sarete famosi, che aspettate??
Leggi tutto...
 
A Reggio Emilia la Nuova Scuola Internazionale dei Comics
A REGGIO EMILIA La NUOVA SCUOLA INTERNAZIONALE DEI COMICS

Dopo le recenti inagurazioni delle sedi di Torino e Padova, ad arricchire l'offerta trentennale della Scuola Internazionale di Comics ci penserà la neonata sede di Reggio Emilia. A partire dall'autunno 2008, infatti, inizeranno le lezioni presso la sede nel centro storico del capoluogo

Leggi tutto...
 
ATTILIO MICHELUZZI-nuovo volume di Black Velvet
Dopo i volumi "Magnus. Pirata dell'immaginario" e "De Luca. Il disegno
pensiero", è in distribuzione in questi giorni un altro volume della collana
di saggi che, attraverso l'analisi di importanti studiosi, fornisce una
rappresentazione a tutto tondo dell'opera di alcuni tra i più importanti
autori del fumetto italiano. Questa volta è il turno di Attilio Micheluzzi,
con un volume curato da Luca Boschi e dallo staff organizzativo della
manifestazione Napoli Comicon. Tale libro verrà presentato da Sergio
Brancato, prof. di Sociologia della Comunicazione, Andrea Micheluzzi, figlio
dell'autore, e da alino, curatore della mostra a Castel Sant'Elmo il giorno
8 giugno alle ore 19.00 presso la Fnac di Napoli (via Luca Giordano 59; tel.
081.2201000)
Leggi tutto...
 
PONTIAC

pontiac.jpg

 

 

 

Da lunedì 19 maggio è on line

il primo audiolibro del collettivo Wu Ming.

Un album con 12 tracce, in formato .mp3, suonate e composte da Federico

Oppi, Paul Pieretto, Stefano Pilia, Egle Sommacal. Le voci che interpretano i

testi sono di Wu Ming 2, Daniele Bergonzi & Andrea Giovannucci (aka La

Compagnia Fantasma).

Leggi tutto...
 
bannerinside.jpg